SITI ARCHEOLOGICI

Il Capitolium o Tempio Capitolino è un tempio romano situato a Brescia in Piazza del Foro, lungo via dei Musei, il nucleo dell'antica Brixia romana. Insieme al teatro e ai resti del foro cittadino costituisce il più importante complesso di rovine e resti di edifici pubblici d'età romana presenti nell'Italia settentrionale.
Nel 2011 è stato dichiarato dall'UNESCO patrimonio mondiale dell'umanità e fa parte del sito seriale Longobardi in Italia: i luoghi del potere (568 - 774 d.C).

SANTA GIULIA

Il monastero di Santa Giulia è un complesso conventuale che sorge a Brescia in via dei Musei, inglobando il più antico monastero di San Salvatore edificato in età longobarda. L'aspetto attuale del monastero deriva principalmente dai rifacimenti operati tra XV e XVI secolo. L'insieme fa parte del sito seriale "Longobardi in Italia: i luoghi del potere", comprendente sette luoghi densi di testimonianze architettoniche, pittoriche e scultoree dell'arte longobarda, iscritto alla Lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel giugno 2011.

CASTELLO

Il castello di Brescia, detto il Falcone d’Italia perché arroccato sul colle Cidneo, risale all’epoca tra il XII e XIII secolo ed è sempre stato il fulcro del sistema difensivo della città. Si arriva al Castello partendo da via dei Musei e arrivando sulla cima del colle Cidneo (parte più antica della città e ora anche parco). La struttura del Castello è formata da una base rettangolare che risale all’epoca tardo-romana e fu ampliata e rafforzata dai Visconti nel 400, con la costruzione del possente Mastio, e nel secolo successivo dalla Repubblica Veneta ,quando furono erette le torri, i bastioni e i magazzini. Oggi il castello rappresenta la meta preferita per le passeggiate, ma nel 1849 fu teatro delle storiche Dieci giornate.

BRESCIA UNDEGROUND

L’Associazione Speleologica Bresciana organizza visite guidate per singoli e gruppi e visite didattiche per le scuole, che consentono di accedere all’interno degli ambienti sotterranei, gallerie, torri e bastioni per meglio conoscere un monumento fondamentale nella storia della città di Brescia. Sono proposti diversi itinerari, alcuni molto semplici ed accessibili, altri più avventurosi e speleologici, sempre in totale sicurezza.

LAGHI

Il lago principale sia in termini dimensionali che di importanza climatica e culturale è sicuramente il Lago di Garda, che con i suoi 370 km² di superficie può ritenersi il maggiore lago italiano. Per via delle sue dimensioni il lago esercita un influsso considerevole sul clima e sull'ambiente circostante, creando in generale una micro-area geografica dal clima più mitigato sia nei periodi estivi che in quelli invernali. Il lago d'Iseo è il secondo bacino d'acqua dolce presente in terra bresciana, ed è situato a circa 180 m di quota sopra il livello del mare, nel territorio detto "Sebino", compreso tra la Val Camonica (a nord) e la Franciacorta (a sud), che divide le province di Bergamo e di Brescia.

MUSEO MILLE MIGLIA

È stato fondato il 10 novembre 2004 su iniziativa dell'Automobile club di Brescia e di alcuni privati appassionati della Mille Miglia, con lo scopo di aiutare i visitatori a conoscere una delle corse automobilistiche più importanti e belle del mondo. Il percorso è suddiviso in nove sezioni temporali, di cui sette dedicate alle corse della Mille Miglia dal 1927 al 1957, una alle Mille Miglia dal 1958 al 1961 e una alle Mille Miglia contemporanee, ed in ognuna di queste sezioni sono presenti macchine d'epoca, periodicamente sostituite per permettere la loro partecipazioni alle varie corse di auto storiche, tra cui la Mille Miglia.

PIRAMIDI DI ZONE

Ci troviamo nella parte nord del Lago d’Iseo, nel comune di Zone che rappresenta una tappa obbligatoria per i visitatori, un luogo d’interesse che richiama appassionati e curiosi. Salendo dal comune di Marone si raggiunge la località dove sorgono queste creazioni della natura che, nel corso dei secoli, grazie all’erosione provocata dall’acqua a contatto con il particolare terreno della montagna di origine morenica, ha determinato la nascita di queste uniche sculture naturali. Si tratta di piramidi dalla forma conica, protette sulla cima da grandi massi che ostacolano il processo di erosione causato dallo scorrere dell’acqua e dalla pioggia. Le piramidi di Zone, strutture imponenti a volte altissime, rivelano la loro natura più fragile solo nel momento in cui perdono il masso che le protegge, soccombendo lentamente all’erosione dell’acqua.

LOCALITA' SCIISTICHE

Brescia è particolarmente vicina alle Prealpi lombarde. Le prima stazioni sciistiche della provincia distano meno di 100 km dalla città e in assenza di traffico poco più di un'ora si arriva sulle piste da sci più vicine. Siamo appassionati di sci, chiedici tutte le informazioni di cui hai bisogno per la tua giornata bianca!